Percorso formativo “Manager dello Sviluppo Locale”

Fondazione Merloni e ISTAO: corso formazione manageriale in sviluppo locale

La Fondazione Aristide Merloni collabora con ISTAO e AASTER alla realizzazione del percorso formativo FSE “Manager dello Sviluppo Locale“: una iniziativa che si iscrive nella vocazione storica della nostra Fondazione alla promozione della cultura manageriale e imprenditoriale, e all’impegno per strategie di sviluppo locale e regionale.

Il progetto realizza un corso di formazione manageriale per formare degli “agenti di trasformazione”, che sappiano agire all’interno delle organizzazioni pubbliche e private per metterle in sintonia coi processi di sviluppo e trasformazione, progettando e attivando strategie mirate.

Il “Manager dello sviluppo locale” acquisisce competenze nella promozione dello sviluppo locale, in particolare nel saper “leggere” il contesto socio-economico, nel programmare, gestire e valutare progetti imprenditoriali, favorire processi di cooperazione tra imprese ed istituzioni, formulare politiche pubbliche per lo sviluppo locale, e utilizzare gli strumenti normativi in vigore.

Destinatari 

Il progetto è completamente gratuito, e si rivolge a 15 partecipanti, residenti nella regione Marche, di età fino a 35 anni, che si trovino nella condizione di disoccupazione e che siano in possesso almeno di un certificato di laurea di primo livello (in particolare Facoltà di Economia e Commercio, Scienze Statistiche, Ingegneria, Giurisprudenza, Sociologia, Scienze Politiche). Ai 15 allievi, individuati tramite selezione, si potranno aggiungere fino a 3 uditori.

Qualifica

Al termine del corso, al superamento di un esame finale, verrà rilasciato un attestato di qualifica di secondo livello: TD1.23 – Agente di sviluppo.

Struttura e durata del corso

Il progetto “Manager dello sviluppo locale” propone un percorso strutturato su una successione di segmenti progettuali interconnessi.

Nel primo segmento, “Formazione“, il corso offre un nucleo consistente di conoscenze generali e specialistiche, e una prima sperimentazione pratica in aula, con l’utilizzo di approcci e tecniche formative di natura interattiva.

I temi affrontanti nei singoli moduli saranno la lettura, analisi e gestione delle dinamiche dei processi di sviluppo territoriale (moduli 2, 3 e 4), gli strumenti di natura gestionale per interagire e interpretare fabbisogni e dinamiche delle imprese e dei sistemi d’impresa territoriali (moduli 5, 6 e 7), un modulo di Orientamento e bilancio delle competenze, e un percorso applicativo/esperienziale (Programma ADI – Addestramento alla Diagnosi e all’Intervento), trasversale rispetto all’intero programma, che si tradurrà nella elaborazione di un progetto di sviluppo.

Il percorso formativo includerà, inoltre, anche un’esperienza di Stage (180 ore) presso imprese, enti o altre organizzazioni, dando l’occasione di un addestramento sul campo, su tematiche coerenti con il profilo in formazione.

Nel secondo segmento, “Intervento sul campo” gli allievi saranno coinvolti, in piccoli gruppi, all’interno dei “Laboratori Territoriali”: per un periodo di circa 3 mesi, gli allievi avranno la possibilità di tradurre in attività concreta quanto appreso e sedimentato in aula.

Durante tale periodo i partecipanti dovranno essere in grado, in particolare, di analizzare il territorio, definire un repertorio di risorse per l’innovazione e predisporre un piano che definisca problemi/ostacoli allo sviluppo, indirizzando i soggetti presenti sul territorio in considerazione dei fabbisogni, potenzialità ed aree di intervento ipotizzabili.

Incentivi

Il Progetto “Manager dello Sviluppo Locale” prevede la possibilità di riconoscere agli allievi le spese di vitto e alloggio sostenute durante la fase dei laboratori territoriali, secondo i parametri stabiliti dall’Avviso pubblico (DDPF 422/SIM del 28/11/2016, art.4, punto 4.4).
Agli allievi potrà inoltre essere riconosciuta una indennità di frequenza, commisurata alle ore di presenza durante i periodi di formazione e di stage, quale contributo alla copertura dei costi connessi alla partecipazione alle stesse attività di formazione e stage.
Tale indennità potrà essere riconosciuta agli allievi, privi di qualsiasi trattamento sostitutivo della retribuzione, che siano presenti ad almeno il 75% del monte ore previsto.

Modalità di selezione per l’ammissione  

Nel caso in cui il numero dei candidati in possesso dei requisiti previsti dal bando sia superiore al numero dei posti disponibili, l’ammissione al corso sarà subordinata al superamento di un processo di selezione per titoli e colloquio.
Oltre al curriculum, saranno oggetto di valutazione anche la conoscenza di una lingua straniera ed eventuali esperienze nel campo delle associazioni datoriali e dei lavoratori.

Modalità d’iscrizione

Per iscriversi compilare la domanda di partecipazione che dovrà pervenire entro le ore 12.00 di martedì 13 giugno 2017 all’ISTAO con una delle seguenti modalità:

  • via fax al numero +39 071 2901017
  • via email a informa@istao.it
  • per posta o consegnato a mano all’indirizzo Via O. Zuccarini, 15 – 60131 Ancona – Italy

Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati:

  • copia del titolo di studio;
  • curriculum vitae, redatto in lingua italiana;
  • documentazione relativa alla propria condizione occupazionale (certificato rilasciato dal Centro per l’Impiego);
  • fotocopia di un documento d’identità.

Le eventuali prove di selezione avranno luogo il 15 e il 16 giugno 2017. Il corso avrà inizio il 30 giugno 2017, con una durata di 8 mesi complessivi. 

Le attività di formazione saranno svolte a Villa Favorita, Via Oliviero Zuccarini, 15, Ancona.

Per ulteriori informazioni

Pagina Web del Percorso

Manager Sviluppo Locale-locandina

Manager Sviluppo Locale -Bando

Segreteria ISTAO
tel. +39 071 2137011
mail: informa@istao.it