Società quotate, le marchigiane tengono

Borsa

 

Risultati nel complesso soddisfacenti per le società marchigiane quotate in borsa, se si tiene conto del difficile andamento congiunturale che ha interessato il nostro paese nel 2012.

Scarica il documento completo: Focus 1_2013

L’Osservatorio sulle principali imprese marchigiane della Fondazione Aristide Merloni ha esaminato le proposte di bilancio 2012 delle 5 società marchigiane quotate al mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana: Indesit Company, Tod’s, Biesse, Elica e Poltrona Frau. Nel complesso, le imprese considerate hanno ottenuto una variazione positiva delle vendite fra il 2011 e il 2012 pari al 2,6%.

Significativamente superiore alla media risulta la performance di crescita della Tod’s (+7,8%), mentre Biesse e Poltrona Frau registrano una leggera contrazione delle vendite.

Se si considera l’andamento di medio periodo, Tod’s è l’unica ad aver passato indenne la crisi del 2009, mentre le altre società non hanno ancora recuperato i livelli di attività pre-crisi.

L’analisi delle vendite per area geografica evidenzia una netta divaricazione di andamento fra il mercato interno e quello internazionale, in particolare i paesi extra UE. Le vendite sul mercato interno sono diminuite per tutte le società; lo stesso è avvenuto, seppure con minore intensità per le vendite nei paesi dell’Europa occidentale . Risultano, invece, in crescita le vendite nei paesi dell’Europa orientale e nei paesi extra europei, in particolare quelli asiatici.

I risultati conseguiti dalla principali imprese marchigiane quotate fanno presagire un 2012 ancora sottotono per il sistema industriale regionale e con una forte divaricazione di risultati fra le imprese operanti sul mercato interno a quelle che hanno perseguito con maggiore decisione una strategia di espansione nei mercati esteri, in particolare quelli extra europei.