“Salvare l’Appennino”: Conferenza programmatica, Roma, 28/11/2017

salvare l'appennino convegno a Roma

 

Immaginare un rilancio e un futuro vitale per le aree colpite dal terremoto vuol dire mettere in atto progetti che parallelamente alla ricostruzione considerino un territorio più ampio e prevengano lo “scivolamento verso il basso“, non solo tellurico ma anche socio-economico, di quelle aree.

 

I problemi che affliggono l’Appennino in questi ultimi decenni sono ben noti: lo spopolamento, l’invecchiamento, la perdita di presidi produttivi, l’allontamento dei servizi, la conseguente crisi occupazionale ed economica e la crescente propensione a privilegiare, sia dal punto di vista turistico sia dal punto di vista imprenditoriale, le zone costiere.

 

Occorre riconnettere l’Appennino al resto del Paese, facendo leva anche sul forte sentimento di solidarietà nazionale che si è innescato nell’ultimo anno in conseguenza dei terremoti.

 

Il mondo imprenditoriale è pronto a fare la sua parte, trasferendo competenze, conoscenze e relazioni, per portare nuova vitalità e concreti progetti di sviluppo.

 

Ore 10.00 – 13.00, Palazzo Altieri – Piazza del Gesù, 49

 

Relazioni Introduttive:
Francesco Merloni, Presidente Fondazione Aristide Merloni
“Rinasco: uniti per la rinascita dell’Appennino”

Giuseppe De Rita, Presidente CENSIS
“Il terremoto prima del terremoto: mezzo secolo di spopolamento dell’Appennino”

I testimoni della domanda vitale: le Tribù dell’Appennino
Le imprese per la rivitalizzazione dell’Appennino: i progetti operativi
I protagonisti della ricostruzione: le Istituzioni

Paola De Micheli, Commissario straordinario del Governo
La ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia del 2016

Conclusioni

Si ringrazia Banco BPM

Scarica l’Invito: Salvare l’Appennino-Invito

Rinasco, i progetti della Fondazione Aristide Merloni per la ricostruzione dell’Appennino

 

E’ possibile dare conferma della propria presenza all’Evento a questo link

 

salvare l'appennino convegno a Roma