Best of the Apps presentata all’Aquila

La logica fondamentale di una società è di salvare l’anima, l’anima dell’Italia è appenninica.” (Giuseppe De Rita, presidente del Censis)

E’ stato presentato ufficialmente anche in Abruzzo il progetto “Save the Apps”, promosso dalle fondazioni Aristide Merloni e Vodafone Italia per rilanciare a livello turistico e produttivo l’Appennino, colpito dal terremoto del 2016: nella regione, l’iniziativa ha potuto contare sull’appoggio della Fondazione Magna Carta, guidata dal Senatore Gaetano Quagliariello.

All’iniziativa, intitolata “L’Appennino eccellente – Le nuove tecnologie al servizio del turismo e dell’economia locale abruzzese” e tenutasi a L’Aquila, nella Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, sono stati presentati i due progetti Best of the Apps – Apennines Food Ranking e Apennines Discovery, dedicati rispettivamente alla promozione dei produttori locali, e del turismo religioso attraverso “cammini dello spirito” da percorrere a piedi o in bicicletta.

L’Abruzzo è entrato da protagonista nel progetto Apennines Discovery, con due sentieri già inseriti nell’app e altri 13 in arrivo nei prossimi mesi. 

All’iniziativa, hanno preso parte il Vice Presidente della Fondazione Aristide Merloni, Gian Mario Spacca, i sindaci dell’Aquila Pierluigi Biondi e di Avezzano Gabriele De Angelis, ill presidente della Provincia aquilana Angelo Caruso, e i rappresentanti delle curie dell’Aquila, di Avezzano e di Teramo, don Carmelo Pagano Le Rose(vicedirettore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose), Luigi Milano (presidente del Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell’Aquila) e Angelo De Marcellis(responsabile dell’Ufficio pastorale per il turismo della diocesi di Teramo-Atri): all’evento ha portato il suo saluto, con una riflessione sul ruolo “identitario” dell’Appennino per il nostro Paese, anche Giuseppe De Rita, Presidente del CENSIS.