“Il coraggio di ricominciare: il terremoto Marche-Umbria del 1997”: Padiglione Save The Apps al Podestà

Questo luogo-thesauros racconta di un territorio, quello Umbro-Marchigiano, colpito nel 1997 e 1998 da un violento terremoto.

Volontà, determinazione e capacità di resilienza di questa comunità hanno realizzato, in breve tempo la ricostruzione fisica e morale. Anche la città di Fabriano, che ospita la XIII Unesco Creative Cities Conference, fu profondamente colpita da quel sisma. Lo stesso Palazzo del Podestà, venne ferito e prontamente recuperato, salvaguardando la sua struttura originaria.

 

La crisi sismica iniziata il 26 settembre 1997 ha danneggiato nelle Marche:

22.000 edifici privati

2.385 edifici monumentali

1.336 edifici pubblici

341 infrastrutture

e provocato

231 dissesti idrogeologici

 

Sono stati colpiti 246 Comuni della Regione, ed  evacuate 3.687 abitazioni principali: vennero stimati danni per oltre 4,5 miliardi di euro, soltanto nell’Appenino Marchigiano.

Un evento di tale intensità incide a fondo, sulle persone, sulle speranze di futuro di intere popolazioni, sulle certezze percepite come consolidate, perchè conquistate lungo l’arco di una intera vita.

 

Ripercorrere la vicenda della ricostruzione di questo territorio, significa soprattutto esaltare la tenacia, la volontà e la coesione di una comunità che ha saputo respingere rassegnazione, paura e incertezza, reagendo con generosità, laboriosità e grande coraggio. Questa ricostruzione realizzata nei territori di Marche e Umbria è stata presa a riferimento in Italia come modello di responsabilità, efficacia e qualità degli interventi.

 

Scopri di più su Save the Apps

Scopri di più su Save the Apps al Palazzo del Podestà

Scopri di più sulla UNESCO Creative Cities Conference a Fabriano